8-bit and 16-bit/it

From RawPedia
Jump to: navigation, search

"8 bit" quando si riferisce a formati di immagine in genere significa che il programma assegna 8 bit (otto valori "1" o "0", che insieme fanno uno [https : //en.wikipedia.org/wiki/Byte byte], in grado di rappresentare un valore integer da 0 [00000000 a 255 [11111111]) a ciascun pixel del canalo colore, e ogni pixel nei files di RawTherapee ha tre canali di colore - rosso, verde e blu.

Le più moderne fotocamere DSLR utilizzano convertitori analogici/digitali a 12 o 14 bit per registrare i dati del sensore. Ciò significa che quando si sceglie un formato di uscita a 8 bit per canale nella fotocamera, come JPEG, si perdono alcune informazioni. Non è così semplice come potrebbe sembrare però, le fotocamere registrano i dati in modo lineare (perchè così la catturano i sensori hardware) mentre i file JPEG, TIFF e PNG con correzione di gamma contengono più valori nell'ambito dell'ombra e meno nelle luci in modo da corrispondere meglio alla sensibilità dell'occhio. Ciò significa che un JPEG a 8 bit può visualizzare almeno log2 ((1/2 ^ 8) ^ 2.2) = 17.6 stop di gamma dinamica quando nelle migliori fotocamere attuali si raggiungono appena i 14 stop, e questo spiega perché a volte si può vedere del rumore nell'ombra della fotocamera anche in un JPEG a 8 bit. Tuttavia a causa dei valori compressi nelle alte luci, perde in precisione rispetto alla fotocamera. Praticamente questo non è un problema quando il file di output è quello definitivo e non verrà più elaborato, tuttavia una foto può essere notevolmente migliorata quando viene salvata come raw e elaborata utilizzando un programma di elaborazione raw, proprio come RawTherapee.

Una volta che hai elaborato una foto in RawTherapee, ti trovi di fronte alla stessa scelta: salvare l'immagine con una risoluzione a 8 bit per canale o 16 bit per canale (solo TIFF e PNG, non JPEG). Se si desidera in seguito elaborare le foto dopo RawTherapee in un programma di editing esterno in formato 16 bit, è meglio salvare in un formato a 16 bit senza perdita (quindi non JPEG). TIFF non compresso è suggerito come formato intermedio, in quanto è facile salvare e memorizzare tutti i metadati (Exif, IPTC, XMP) del file originale (PNG in genere scarta i metadati!).

C'è molta confusione per la denominazione dei file a 8, 16, 24 e 32 bit. Ecco un chiarimento, ma potrebbe confonderti, quindi mettiti il casco. In realtà non è necessario leggere questo per utilizzare RawTherapee, è solo conoscenza di base. Ognuno dei canali rossi, verdi e blu memorizzati in un file JPEG, PNG o TIFF è in realtà un'immagine monocolore (appunto rossa, blu o vede), mè solo quando sono combinate queste tre immagini che si ottiene un'immagine a colori come siamo abituati a vedere. Così è come funziona la rappresentazione digitale delle immagini - le immagini a colori vengono sempre decomposte nei loro componenti in un modo o nell'altro. Tra i formati di file che RawTherapee può salvare (JPG, PNG e TIFF), ogni pixel contiene informazioni per tre canali colore - rosso, verde e blu. Diciamo "8 bit per canale" per rendere chiaro che questi 8 bit si applicano solo a un canale a colori. Il motivo è che si potrebbero verificare riferimenti a "immagini a 8 bit" e qui si confonde perché la persona che ha scritto potrebbe riferirsi a un formato in scala di grigi che memorizza solo un canale o un formato di colore che memorizza tre canali, con precisione a 8 bit ciascuno. Un'altra notazione per le stesse immagini "8 bit" che RawTherapee salva è "24 bit". Che confusione!!. Ma è così? Ogni pixel è composto da 3 canali e ogni canale memorizza 8 bit di dati, per cui abbiamo complessivamente 24 bit di dati per pixel. La situazione peggiora. I programmi di editing di immagini possono anche memorizzare un quarto canale, chiamato "alpha". Per dirla semplicemente, alpha descrive come è trasparente un pixel. Questi canali alfa hanno anche una "risoluzione a colori" di 8 bit. Sia i file PNG che TIFF possono gestire alfa, mentre JPEG non può. Se si dispone di un'immagine a 8 bit per canale con un canale alfa, può anche essere descritta come un'immagine a 32 bit; R (8) + G (8) + B (8) + alpha (8) = 32. Il problema ultimo è che puoi anche avere un'immagine che assegna fino a 32 bit per canale di colore. Queste immagini possono essere descritte come immagini "a 32 bit" o "immagini a 96 bit" (perché R (32) + G (32) + B (32) = 96). Tutti i file HDR reali vengono memorizzati in formati immagine che assegnano almeno un numero di punti a virgola mobile a 16 bit per ciascun pixel per canale di colore, come il formato EXR o i formati a 32 bit, come il formato RGBE. Per riassumere, un'immagine "8 bit per canale" con tre canali (RGB) può anche essere chiamata immagine a "24 bit per pixel" e un'immagine "a 16 bit per canale" con tre canali può anche essere chiamata Immagine a 48 bit per pixel. In entrambi i casi utilizza il carattere x (la descrizione completa "x bit per canale", non solo dire "x bit"!), È più chiaro cosa si intende.