Color Management/it

From RawPedia
Jump to: navigation, search

Profilo di input

Nessun profilo

Non verrà applicato alcun profilo di colore di input. La matrice di colore usa "1" lungo la diagonale e "0" ovunque.

  • I file Raw mostreranno il colore RGB nativo della fotocamera. Saranno solo demosaiced e bilanciati in bianco.
  • I file non raw verranno visualizzati senza applicare alcun profilo di input embedded, inclusi nessuna correzione gamma, il che significa che appariranno brillanti.

Questa caratteristica è generalmente utile solo per scopi didattici e scientifici. Ad esempio se la fotocamera ha registrato colori al di fuori delle gamut convenzionali, non utilizzare profili di ingresso assicura che non si verifichi alcun ritaglio di colore.

Camera Standard

Cerca e utilizza una matrice di colore dal file DNG, da camconst.json, codificato in RawTherapee o da dcraw, qualunque cosa trovi prima, in questo ordine.

Una "matrice di colore" è una matrice di valori costanti 3x3 che si moltiplica con i colori nativi RGB della telecamera per convertirli in colori il più naturale possibile. Una matrice di colori funziona meglio (cioè fornisce colori più precisi) quando il bilanciamento del bianco è simile a quello per cui è stata calibrata la matrice. La matrice standard della fotocamera è calibrata per illuminante D65, vale a dire 6500K. Non preoccuparti se il bilanciamento del bianco è abbastanza lontano da quello, però, il colore sarà ragionevolmente accurato comunque.

Per applicazioni in cui il colore molto accurato o calibrato precisamente non è di grande importanza, come la fotografia paesaggistica, la matrice di colori fornirà buoni colori. Un vantaggio dell'elaborazione della matrice di colore rispetto alle conversioni DCP e ICC della tabella di ricerca è che è puramente lineare, cioè un colore scuro e un colore brillante della stessa tonalità e saturazione sono tradotti nello stesso modo. Questo lo rende robusto e può essere la scelta migliore se si esporterà le immagini per l'elaborazione in un'applicazione HDR o in un'altra applicazione quando è importante una risposta a colori lineare prevedibile.

Profilo della macchina fotografica

Utilizza il profilo di input DCP specifico per la fotocamera di RawTherapee che consente di fornire colori più precisi rispetto alla matrice standard (e ricade nei profili legacy ICC se non è disponibile un DCP). Disponibile per alcune telecamere, questi profili vengono memorizzati nella cartella /dcpprofiles (o di sistema /iccprofiles/input) e vengono ripristinati automaticamente in base alla corrispondenza del modello e della marca esatta della fotocamera, come appare nella sezione info dell'editor nel nome del file , per esempio "Canon EOS 5D Mark III.dcp".

In altre parole, se è selezionato "Auto-matching camera profile", RawTherapee cercherà di fare quanto segue, in questo ordine:

  1. individuare un profilo DCP in /dcpprofiles
  2. se DCP non è trovato, individuare un profilo ICC in /iccprofiles*
  3. se non si trovano DCP e ICC, tornare alla matrice di colore standard della fotocamera.

Se si desidera contribuire a un profilo della fotocamera, DCP è il formato preferito.

Alcuni dei profili RawTherapee sono illuminati singolarmente (Daylight/D50), mentre altri sono illuminati a doppia (Daylight/D50 e Tungsten/StdA). Alcuni includono una curva di tono, altri non lo fanno. Si sforzano di ottenere colori accurati (cioè non un "aspetto" specifico). I colori più accurati verranno realizzati per i bilanciamenti bianchi vicino agli illuminanti di calibrazione.

I profili della fotocamera funzionano nell'intervallo normale, dal nero ai bianchi. Se si abilita la ricostruzione delle alteluci, i nuovi dati vengono aggiunti al di sopra del livello di ritaglio e se lo si inserisce nello spazio visibile (ad esempio per esposizione negativa), tale campo non sarà coperto naturalmente dal profilo. Tuttavia, RawTherapee estenderà linearmente il profilo per coprire anche questa gamma, i colori avranno la stessa correzione dei colori più brillanti della stessa tonalità e della saturazione nell'intervallo normale.

Personalizzato

Specificare un profilo DNG personalizzato (DCP) o ICC immagazzinato nel computer.

DCP è un formato appositamente progettato per i profili della fotocamera e RawTherapee dovrebbe supportare il più recente standard DNG (dove è definito DCP), pertanto è possibile utilizzare tutti quelli forniti tramite il convertitore DNG di Adobe.

I profili ICC d'altra parte sono più complicati. I profili ICC possono essere utilizzati per molteplici scopi (stampanti, display ecc.) E poiché non sono progettati specificamente per la profilazione delle fotocamere, i fornitori diversi hanno scelto diversi approcci per i loro profili ICC. In pratica ciò significa che l'immagine di input deve essere pre-elaborata in un modo specifico per far funzionare il profilo. Il profilo stesso manca di informazioni su come eseguire questa pre-elaborazione, il che significa che se si utilizza un profilo di terze parti RawTherapee non può fare la pre-elaborazione prevista; i risultati variano.

supporto DCP di terze parti

Un profilo DNG della fotocamera, DCP, è il formato preferito della fotocamera per RawTherapee. Tutti gli elementi della 1.4 DNG sono supportati, ad eccezione del tag rendering nero (vedi sotto). Un DCP può essere un profilo di matrice pura, può avere un LUT (tipicamente 2.5D) per migliorare la precisione colorimetrica e quindi può avere una curva embedded e una "look table" all'inizio. Può anche aggiungere un'offset di esposizione. Tutti questi elementi possono essere cambiati tramite le caselle di controllo. Tuttavia, anche se è possibile, alcuni profili di terze parti sono stati progettati per produrre il colore previsto con qualsiasi altra cosa che tutti gli elementi abilitati. Ad esempio, la curva di tonalità stessa modifica l'aspetto del colore in modo da disattivare una curva di tonalità incorporata per ottenere un profilo lineare non è possibile contare sul fatto che il colore sia come previsto.

Il profilo tipico di terze parti proviene da Adobe Camera Raw/Lightroom e RawTherapee li supporta. Molti della curva di tonalità di mancanza di profilo di Adobe, ma nel mondo di Adobe, non significa che non sia applicata alcuna curva di tono, ma che dovrebbe essere applicata la curva di default di Adobe. RawTherapee individuerà quindi i profili Adobe (dalla stringa di copyright) e aggiunge la curva di default a quelle (che è possibile modificare con la casella di controllo della curva di tono).

Il convertitore DNG di Adobe può aggiungere un "esposizione baseline" al file DNG. DCP di Adobe sono progettati per funzionare con l'esposizione di base e quindi producono un'uscita predefinita che corrisponde alla stessa luminosità e contrasto dei JPEG propri della fotocamera. RawTherapee può rispettare questa esposizione di base (NON E 'IMPLEMENTATO), ma questo è naturalmente disponibile solo quando si apre un file DNG convertito dal convertitore DNG di Adobe. Se si apre invece un file raw nativo non esiste un'esposizione di base e il DCP di Adobe può quindi eseguire un rendering troppo luminoso o scuro. È possibile regolare semplicemente con il cursore di esposizione ovviamente.

Il formato DCP ha anche un tag nero di rendering. Ciò indica se il convertitore raw dovrebbe eseguire una sottrazione "automatica" nera o meno. RawTherapee ignora questo tag, è possibile eseguire una sottrazione manuale manuale con il cursore nero. Poiché molti dei profili di Adobe indicano la sottrazione automatica nera e Adobe Camera Raw/Lightroom lo farà, RawTherapee comparerà in questi casi rendere un po 'più basso contrasto e più ombre più luminose.

supporto ICC di terze parti

RawTherapee ha un supporto specifico per i profili ICC forniti in dotazione con Capture One e Nikon NX2, in modo da funzionare bene. I profili ICC più vecchi non funzioneranno bene (in genere l'immagine diventa estremamente scura con i profili ICC non supportati).

Alcuni profili ICC applicano una curva di tono e desaturano le luci luminose per un aspetto più "filmico". Questi profili potrebbero non funzionare bene insieme a Ricostruzione alteluci. Se vedi un cambiamento radicale nel contrasto quando applica il tuo profilo ICC, ha applicato una curva di tonalità e quindi non dovresti utilizzarlo insieme a Ricostruzione alteluci.

A differenza dei profili DCP, l'elaborazione del profilo ICC può causare ritagli di colori estremamente saturi durante la conversione. In pratica questo è raramente un problema, ma ancora DCP dovrebbe essere considerata la scelta primaria se disponibile.

Nota sull'utilizzo dei profili ICC di Capture One: RawTherapee applica l'ICC prima delle regolazioni dell'esposizione, in quanto l'intenzione è che i profili della fotocamera siano utilizzati solo per rendere la fotocamera più precisa, non per applicare un look particolare (si progetta l'aspetto usando gli strumenti) . I profili ICC di Phase One contengono tuttavia un aspetto soggettivo, il che significa che contengono tipicamente "variazioni di tonalità", ad esempio la saturazione nelle ombre aumenta un po'. Ciò significa che se si dispone di un file sotto esposto e lo si incrementa di qualche stop, le tonalità delle ombre sono state applicate sull'immagine scura prima della regolazione dell'esposizione e saranno quindi in luoghi sbagliati dopo la correzione di esposizione, cioè non si ha lo stesso aspetto nella Fase One's Capture One. Pertanto è consigliabile disporre della giusta esposizione dalla fotocamera quando si utilizzano i profili ICC di fase 1. È inoltre opportuno applicare un'appropriata curva di pellicola RGB ad esempio utilizzando l'attrezzo della curva, poiché quei profili ICC sono stati progettati per essere utilizzati insieme a quello.

Siamo consapevoli che le ICC di LUT dovrebbero essere tipicamente applicate dopo l'esposizione (proprio come vengono applicati i Looktables di DCP) e che supporterebbero ad esempio i profili Capture One meglio. Questo può essere risolto in una versione futura.

DCP illuminatore

Alcuni dei profili RawTherapee sono illuminati singolarmente (Daylight/D50), mentre altri sono illuminati a doppia (Daylight/D50 e Tungsten/StdA). Se viene caricato un profilo dual-illuminant, l'impostazione "DCP Illuminant" sarà attivata e si può scegliere l'illuminatore da utilizzare. Lo standard DCP effettivo (parte dello standard DNG) non fornisce questa scelta, ma invece viene calcolata un'interpolazione tra i due illuminanti in base al bilanciamento del bianco scelto (ci sarà solo un'interpolazione se il bilanciamento del bianco è tra entrambi gli illuminanti , altrimenti viene scelto il più vicino). Questa modalità "interpolata" è l'impostazione predefinita di "DCP Illuminant" e per qualsiasi uso normale non è necessario modificarlo.

Tuttavia, è possibile scegliere di basare il rendering del colore su uno degli illuminanti specifici. In alcuni casi ciò potrebbe produrre un colore più piacevole. Può anche essere interessante per scopi diagnostici per vedere quanto grande (o piccola) differenza c'è nel rendering dei colori tra gli illuminanti, ma, come detto, per uso generale questa impostazione dovrebbe essere intatta.

Utilizza la curva di tono di DCP

Alcuni DCP contengono una curva di tono che può essere utilizzata per aggiungere contrasto e luminosità per fornire un aspetto filmico. Questo è utilizzato principalmente per i profili che simulano le impostazioni del produttore della fotocamera. La casella di controllo della curva di tonalità sarà disabilitata per i profili che non contengono una curva di tono.

La modalità di curva utilizzata dalla curva del tono DCP è la stessa della modalità "[[Esposizione [come film]]", che consente di riprodurre l'effetto utilizzando le curve di tono dello strumento Esposizione in modalità film . Quando viene applicato il contrasto con una curva cinematografica, l'aspetto dei colori cambia e la saturazione complessiva è aumentata, ad eccezione dei colori vivaci che invece sono de-saturati. Alcuni profili che presentano curve incorporati sono pre-corretti per questa modifica dell'aspetto dei colori e non forniranno quindi l'aspetto previsto senza la curva applicata. La maggior parte comunque funzionerà bene senza la curva di tono applicata in particolare se si aggiunge una curva simile utilizzando le curve dello strumento Esposizione, ma se si desidera vedere esattamente come il progettista del progetto ha inteso i colori da visualizzare, è necessario abilitare la curva di tono.

Mentre il profilo di colore dell'ingresso viene applicato nelle prime fasi della pipeline toolchain, la curva del tono DCP viene applicata in un secondo momento in un punto dopo lo strumento Esposizione.

Utilizza la tabella base di DCP

Questo abilità la tabella DCP "HueSatMap" utilizzata per aggiungere correzioni non lineari prima dell'applicazione della matrice di base. Questa è un'impostazione utente avanzata e a meno che non si desideri solo il risultato della matrice pura dovrebbe essere impostato. È disattivato se il profilo caricato manca di una tabella HueSatMap.

Utilizza la tabella di visualizzazione di DCP

Ciò consente l'utilizzo della tabella di ricerca DCP "LookTable" che intende aggiungere un look soggettivo generalmente insieme a una curva di tonalità incorporata. Ciò significa che se si disattiva la curva DCP e il looktable è possibile ottenere un profilo "colorimetrico" neutro, se il DCP è stato progettato in un modo diverso (se il DCP ha sia una tabella di visualizzazione che una tabella di base è probabile che è, ma se ha solo un tavolo di sguardo probabilmente non funzionerà bene con esso disabilitato). La disattivazione di singoli elementi DCP è considerata impostazioni utente avanzate, normalmente si lascia impostata.

Usare l'offset dell'esposizione DCP

Il DCP può indicare un'offset di esposizione corrispondente ad un offset del cursore di esposizione. Lo scopo di questo è di solito per fare in modo che la luminosità dell'immagine corrisponda alla luminosità dei JPEG propri della fotocamera, che può essere utile se si sta riprendendo con l'esposizione automatica. Attualmente questo offset viene applicato "in modo non visibile" in modo da non vederlo sul cursore di esposizione.

Si noti che se si utilizzano i profili proprietari di Adobe, si prevede che anche il tag "esposizione di base" del DNG viene applicato (l'offset del profilo viene aggiunto in cima). Attualmente non esiste alcun supporto per il tag DNG, pertanto è necessario individuarlo da solo (usando exiftool per esempio) e impostare l'offset utilizzando il cursore di esposizione se si desidera ottenere la stessa luminosità come in Adobe Camera Raw.

Salva l'immagine di riferimento per la profiling

Facendo clic su questo pulsante viene salvata un'immagine TIFF lineare prima di applicare il profilo di input. Questo file può essere utilizzato per la creazione di un nuovo profilo ICC della fotocamera. Ci sono diversi software commerciali per fare profili ICC, ma è anche possibile utilizzare l'Argyll gratuito e open-source. Per i profili DNG esiste DCamProf come un'alternativa open source.

Sarà applicato il taglio, la ridimensionamento e la trasformazione (ruotare) in modo da poterli utilizzare per rendere l'output più gestibile dal software di ricezione. Ad esempio Argyll è molto esigente e non vuole altro che il bersaglio di prova visibile nell'immagine.

È anche possibile scegliere se si desidera esportare con bilanciamento del bianco applicato o no. Per i profili ICC è necessario esportare con il bilanciamento del bianco applicato, ma se si intende creare un DNG Profile ColorMatrix (o una matrice di colore in stile DCRAW) è necessario esportare senza.

Profilo di lavoro

Il profilo di lavoro predefinito è ProPhoto e non deve essere modificato per un uso normale.

Il profilo di lavoro specifica lo spazio di lavoro che è lo spazio colore utilizzato per i calcoli interni, ad esempio per calcolare la saturazione, la luminosità/il contrasto RGB e le regolazioni della curva del tono, la crominanza, ecc.

Quando RawTherapee si basava sulla matematica intera, era saggio non utilizzare uno spazio di lavoro più ampio di quello assolutamente necessario per ottenere la massima precisione nei calcoli. Tuttavia, al giorno d'oggi RawTherapee è a virgola mobile e dalla versione 4.0.12 il profilo di lavoro predefinito è ProPhoto (gamut molto grande) e non c'è motivo di cambiare questo per uso normale.

Alcuni tipi di curva di tonalità cambiano i risultati abbastanza drasticamente per i colori altamente saturi a seconda del profilo di lavoro. Se hai difficoltà adattare i colori all'interno della gamma di output, puoi sperimentare la modifica.

Si noti che il profilo di lavoro specificerà solo i primari rossi, verdi e blu, la gamma non cambia in quanto la pipeline di trasformazione RawTherapee è a virgola mobile senza una codifica gamma (ovvero gamma = 1.0). Alcuni strumenti (come curve e istogrammi) continueranno ad essere visualizzati con una gamma (di solito gamma sRGB) che è codificato per lo strumento e rimane lo stesso indipendentemente dal profilo di lavoro.

Profilo di uscita

Specificare il profilo colore di output; l'immagine salvata verrà trasformata in questo spazio colore e il profilo verrà incorporato nei metadati. Gli effetti del profilo di uscita sull'immagine non possono essere visualizzati nell'anteprima.

RawTherapee consente di specificare i profili della classe di periferiche "input" (ad es. Profilo della fotocamera), "display" e "output" (ad es. Stampante) con uno spazio colore RGB, in quanto RawTherapee salva solo immagini RGB. I profili elencati in questa combinazione sono quelli che vengono forniti in dotazione con RawTherapee e quelli situati nella cartella impostata in Preferenze> Gestione Colore.

La funzionalità soft-proofing è dedicata alla simulazione del rendering della stampante. Consente di visualizzare in anteprima quale sarà la tua immagine quando viene stampata, supponendo che utilizzi un profilo stampante che simula correttamente la stampante e la combinazione di carta. Per ottenere la migliore qualità di stampa, dopo aver eseguito una correzione della foto utilizzando l'impermeabilizzazione, è necessario selezionare il profilo della stampante come profilo di output e salvare l'immagine utilizzando. Ciò assicura che l'immagine sia codificata usando lo spazio colore della stampante direttamente dalla rappresentazione interna di RawTherapee di un punto a virgola mobile di alta qualità, anziché essere salvata ad un'immagine a 8 bit in sRGB ad esempio e quindi successivamente convertita nel profilo della stampante sarebbe abbastanza perdente.

Gli indicatori principali dell'istogramma, del navigatore e del ritaglio utilizzeranno il profilo di lavoro o di uscita, a seconda dell'impostazione in Preference> Generale.

RawTherapee viene fornito con una serie di profili di produzione di alta qualità su misura:

RT_sRGB
Similar to sRGB
Gamma close to sRGB: g=2.40, slope=12.92
RT_sRGB_gBT709
Similar to sRGB
Gamma BT709: g=2.22, slope=4.5
RT_sRGB_g10
Similar to sRGB
Linear gamma g=1.0, slope=0
RT_Medium_gsRGB
Similar to AdobeRGB1998
Gamma close to sRGB: g=2.40, slope=12.92
RT_Large_gsRGB
Similar to ProPhoto
Gamma close to sRGB g=2.40, slope=12.92 (close to "Melissa" used by Lightroom)
RT_Large_gBT709
Similar to ProPhoto
Gamma BT709: g=2.22, slop=4.5
RT_Large_g10
Similar to ProPhoto
Linear gamma g=1.0, slope=0
Rec2020
Wide gamut, larger than AdobeRGB but smaller than ProPhoto
Gamma BT709: g=2.22, slope=4.5

Il profilo di output raccomandato quando si sta salvando a un formato a 8 bit e / o pubblicato sul web è RT_sRGB. Se non è selezionato nessun profilo, nessuno verrà incorporato, il che significa che è "implicito" sRGB, anche se è più sicuro incorporare RT_sRGB in termini di ottimizzazione dell'immagine nelle varie applicazioni.

RT_sRGB è una versione 'di qualità superiore' del profilo sRGB standard, che sorprende che è incoerente tra le implementazioni. RT_sRGB è stato realizzato su RawTherapee da Jacques Desmis e ha 4096 punti LUT, a differenza dei profili sRGB di 1024 punti di qualità inferiore. Le applicazioni che non sono gestite a colori e non sfrutteranno RT_sRGB ritorneranno su sRGB.

I profili di output a largo campo come RT_Large_gsRGB vengono generalmente utilizzati se si esporta in un formato a profondità a 16 bit o superiore per ulteriori modifiche in un'altra applicazione. Se invierai l'immagine per la stampa, si consiglia anche un profilo di output di ampia gamma, in quanto alcune stampanti possono avere gamut di larghezza (almeno in alcuni colori).

È necessario disporre di un monitor di larghezza di gamma se si desidera lavorare con profili di larghezza di gamma, altrimenti si sta volando al buio.