General Comments About Some Toolbox Widgets/it

From RawPedia
Jump to: navigation, search

Questo articolo è importante - alcune cose possono sembrare scontate se sei un utente esperto, ma alcune cose sicuramente non sono conosciute e conoscerle ti permetterà di utilizzare RawTherapee più velocemente e più facilmente. Prenditi cinque minuti per leggerlo!


Il pannello sul lato destro dell'anteprima contiene i controlli per tutti gli strumenti disponibili in RawTherapee. Possono fare molto, forse anche di più di quanto si possa desiderare! Se sei nuovo a RawTherapee o nuovo per l'elaborazione raw in generale, non sentirti sopraffatto, perché non c'è bisogno di toccare tutti questi cursori per ottenere risultati decenti. In questa sezione troverai una breve descrizione di tutti gli strumenti disponibili, scheda dopo scheda.

Pannelli

Un pannello è un elemento a scomparsa che contiene pulsanti, strumenti, istogrammi, ecc. La scheda Editor contiene tre pannelli principali: quello a sinistra che contiene la cronologia, quello a destra che contiene gli strumenti e se sei in "Modalità editor singolo" quella in alto che contiene Seguenza immagini. Possono essere nascosti con i piccoli pulsanti freccia o utilizzando i tasti di scelta rapida, lasciando più spazio per l'anteprima dell'immagine.

È possibile utilizzare la rotellina del mouse per scorrere in su/giù in modo sicuro i pannelli senza timore di modificare accidentalmente un cursore, in quanto RawTherapee richiede di tenere premuto il tasto Maiusc mentre si utilizza la rotellina del mouse se si desidera manipolare un cursore o passare attraverso le opzioni in un menu a discesa (chiamato "combobox").

Strumenti

RawTherapee dispone di molti strumenti e ogni strumento dispone di uno o più controlli, o widgets, che puoi spostare o spingere o far scorrere per fare qualcosa con il programma. Esse sono suddivise tra le schede Esposizione, Dettaglio, Colore, Wavelet, Transform, Raw e Metadati. Ad esempio nella scheda Esposizione ci sono strumenti che si occupano dell'esposizione, come lo strumento Esposizione e lo strumento Ombre/Alte luci, la scheda Colore ha lo strumento di bilanciamento del bianco e così via.

Poiché ci sono tanti strumenti, noterete che lo spazio dello schermo verticale è prezioso, e a volte, è necessario nascondere alcuni strumenti per vedere gli altri. RawTherapee semplifica quest'operazione. Facendo clic con il pulsante destro del mouse su un titolo dello strumento, lo espande e comprime tutti gli altri strumenti della stessa scheda. Apprezzerai questa scorciatoia quando prenderai in considerazione il tempo che avresti speso manualmente per richiudere gli strumenti aperti...

A sinistra della maggior parte dei titoli degli strumenti c'è un pulsante che consente di abilitare o disattivare lo strumento corrispondente. Il concetto di essere abilitato o disabilitato non ha sempre senso - ad esempio che cosa significherebbe avere lo strumento bilanciamento del bianco disabilitato? Deve sempre essere utilizzato un bilanciamento del bianco: in questo modo questi strumenti invece di un pulsante attivato/disattivato usano semplicemente un simbolo a triangolo per consentirti di espanderli o di comprimerli. Infine, noterai che nella scheda Navigatore selezionando più foto, il pulsante di alimentazione può assumere un terzo stato che sembra solo metà abilitato - questo stato, chiamato "incoerente", significa che lo strumento in questione non è abilitato in tutte le foto selezionate.

Tool disabled. Tool disabled.

Tool enabled. Tool enabled.

Tool inconistent. Tool inconistent.

Tool collapsed. Tool collapsed.

Tool expanded. Tool expanded.

Sliders

Ogni cursore ha tre valori nella memoria:

  • Il valore corrente, quando si sposta il cursore in qualsiasi posizione,
  • Il valore "predefinito", quello impostato dal programmatore come predefinito. Può essere richiamato facendo clic sul pulsante 'Reset',
  • Il valore "iniziale", il valore del profilo utilizzato quando l'immagine è stata caricata nell'editor. Può essere richiamato con Control-click sul pulsante 'Reset'.

Come scritto in precedenza, se si desidera spostare un cursore o posizionarsi su un combobox con la rotella del mouse, si deve contemporaneamente tenere premuto il tasto Maiusc, altrimenti invece di spostare il cursore si scorrazzerà su/giù nel pannello.

Curve Editors

RawTherapee dispone di tre tipi di editor di curve - Curve di soglia, Curve di tono e Curve piatte. Sono presentate qui di seguito insieme ad alcuni indicatori generali.

Curve di soglia

Le curve di soglia sono le più semplici. Sono usate per indicare a uno strumento RawTherapee i toni (oppure i colori o i valori di saturazione) che si desidera elaborare (o elaborare in modo diverso).

Ad esempio, considerare l'editor della curva di soglia sullo strumento Detail -> Nitidezza.

SharpeningThreshold

L'impostazione mostrata indica che lo strumento di nitidezza aumenta rapidamente l'affilatura nelle aree scure (la linea ripida a sinistra), mantiene a pieno la nitidezza attraverso le tonalità intermedie (l'area piatta) e poi spegne lentamente la nitidezza nelle alte luci (lunga discesa verso il basso). Il trascinamento di uno dei punti di controllo sposterà il pendio che porta in su o in giù a partire dal punto. Per spostare solo il punto, ma non la pendenza nel suo insieme, tenere premuto il tasto shift mentre si trascina.

In alto a destra c'è un pulsante di reset che ripristina il valore predefinito.

Attenzione: reimpostare la curva è considerata una modifica della curva, quindi se hai appena modificato la curva e premi erroneamente il pulsante Reset, non c'è modo di ripristinare la curva. (Ctrl-z passerà ad un punto precedente nell'elenco Storia, non alla modifica della curva). Questo commento si applica anche alle curve di tono e curve piatte.

Troverete anche Curve di soglia utilizzate negli strumenti Contrasto da Dettaglio Livelli e Vivacità.

Potresti aver notato che le curve di soglia sono in realtà costituite da poche righe piuttosto che da una curva. Se questo ti dà fastidio, ti consigliamo di fare una pausa prima di passare a Curve piatte.

Commenti generali su curve di tono e curve piatte

Le curve di tono e curve piatte sono più potenti delle curve soglia e dispongono di alcuni controlli che non sono necessari sulle curve soglia.

Ogni editor di curva di tono o piatta ha un pulsante per selezionare il suo tipo. E' il cosiddetto pulsante 'Toggle', cioè rimarrà selezionato o verrà liberato dopo ogni clic su di esso. Attivando/disattivando il pulsante della curva verrà rispettivamente visualizzato/nascosto l'editor associato. Questo è molto utile e consente di risparmiare un sacco di spazio durante la gestione di gruppi di curve (ad esempio, vedere l'editor della curva di Lab).

Queste curve hanno un pulsante Reset a destra che ripristina solo la curva visualizzata (o il pulsante premuto).

Hanno anche uno strumento pipetta e un nodo in/out per input dei valori, che meritano sezioni proprie.


Pipetta

File:Rt pipette 2 lab ba.jpg
Lo strumento pipetta ha individuato l'esatta tonalità del fiore viola per renderlo più rosos utilizzando la curva HH

La maggior parte delle curve in RawTherapee ha un pulsante pipetta File:Editmodehand.png. Questa funzionalità è un ottimo modo per specificare le tonalità, i toni e le aree di una particolare saturazione, e utilizzarla renderà più semplice e veloce l'elaborazione delle tue immagini. Diciamo che si desidera modificare la tonalità viola di un fiore, per renderla più rossa. Senza la pipetta, dovresti indovinare il colore esatto della tonalità, altrimenti la gamma interessata di tonalità sarebbe troppo larga e potresti finire per cambiare qualcosa che non volevi cambiare. Con la pipetta, basta cliccare sul fiore e un punto compare nella curva relativa. È possibile modificare questo punto a piacimento, sapendo che rappresenta la tonalità esatta desiderata.

Lo strumento pipetta può essere attivato per ogni curva, semplicemente facendo clic su di esso. Ora, quando si posiziona il cursore sopra l'anteprima principale, noterete che una linea verticale (o quattro linee verticali) apparirà nel pannello della curva. Questa linea rappresenta il valore di interesse del pixel che si sta analizzando. Per inserire un punto di regolazione nella curva per il valore di interesse in cui si passa sopra, basta un Ctrl+clic con il tasto sinistro nell'anteprima e un punto viene visualizzato nella curva. È possibile regolare tale punto senza lasciare l'area di anteprima, tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse dopo aver posizionato il punto sulla curva e muovendo il mouse verso l'alto e verso il basso si sposterà di conseguenza il punto verso l'alto e verso il basso. Ricordiamo che tenendo premuto Ctrl durante la modifica di un punto della curva diminuisce la velocità del mouse in modo da poter regolare finemente i punti, ma di solito non avrai bisogno di questo, quindi dopo aver premuto Ctrl+clic tasto sinistro per posizionare il punto, lasciare Ctrl, ma tenere premuto il pulsante sinistro del mouse.

Per disattivare la pipetta, fare clic con il pulsante destro del mouse ovunque nell'area di anteprima oppure fare nuovamente clic sul pulsante della pipetta.

Non è necessario disattivare la pipetta della curva precedente per utilizzarla su una nuova curva, solo attivarla come al solito e la vecchia si disattiva automaticamente.


Nodo in/out Curva di Valore

Introdotto nella versione 4.2.192, ogni curva di valore ha un nodo in/out di input. Ad esempio, è possibile utilizzare questo strumento per abbinare i valori del nodo su una foto di un target a colori con valori di patch noti.

Lo strumento funziona con i nodi e il modo migliore per creare questi nodi è utilizzare la pipetta. Per questo esempio, inizieremo con una curva senza nodi e ne creeremo alcuni utilizzando la pipetta. Fai clic sul pulsante File:Gtk-edit.png vicino alla curva e fai clic sul pulsante File:Editmodehand.png della pipetta. Ora vedrete i valori "I" (in) e "O" (out) visualizzati sotto la curva. Corrispondono al punto sotto il cursore del mouse se lo si muove sopra la curva. Spostare il cursore sopra l'anteprima dell'immagine. Dal momento che si attiva la pipetta, basta fare un Ctrl + click su un punto nell'area dell'anteprima per inserire un nodo nella curva corrispondente al valore di quel punto (qualunque sia il valore, ad esempio per la curva L*, il valore è il valore della luminosità del pixel dove è stato prelevato il valore dall'anteprima e il valore di output è il valore trasformato dalla curva). Fatto quindi Ctrl + clic su un punto nell'anteprima, un nodo appare nella curva. Per modificare i valori di in/out del nodo, fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo. Si trasforma in rosso con un anello rosso intorno a esso. Ora puoi modificare i valori di in/out e vedere il movimento del nodo in tempo reale. Una volta terminata la modifica, fare clic con il pulsante destro del mouse ovunque all'interno dell'area della curva diversa dal nodo per uscire dalla modalità di modifica dei nodi o semplicemente fare nuovamente clic sul pulsante di modifica del valore del nodo per disattivarlo.

Curve di tono

Le curve di suono sono un pò misconosciute poiché, mentre alcune sono utilizzate per regolare i toni, altri sono usati per regolare la saturazione, la cromaticità o altre proprietà. Il loro scopo è quello di mappare un valore di ingresso (sull'asse orizzontale o X) ad un valore di uscita (misurato sull'asse verticale o Y). Se la matematica non è il tuo forte, non ti preoccupare - dopo una breve esperienza, tutti sviluppano rapidamente una comprensione intuitiva.

Curva di tono che mostra il menù contestuale delle curve

Ad esempio, considerare la figura a destra - parte dello strumento Esposizione. La parte sinistra del grafico rappresenta i toni più scuri, la parte destra rappresenta i toni più luminosi della foto. È possibile vedere che la parte inferiore sinistra della curva è stata spostata verso l'alto. Ciò provoca l'aumento delle aree scure. Allo stesso modo, la porzione destra in altro della curva è stato abbassata, tagliando le aree luminose.

La figura mostra il menù contestuale delle diverse curve. Le curve di tono consentono quattro modi diversi di manipolare la curva:

  • Lineare: Il tipo di default - una linea retta che non comporta alcuna modifica ai valori di input. Matematicamente si può concludere che è il grafico di y = x. Per tutti impostare il controllo sulla curva lineare serve per "spegnere" la curva.
  • Custom: Il tipo più comunemente visto in altri software. Fare clic per trascinare un punto di controllo in qualsiasi punto della curva e quindi trascinare il punto di controllo per modificare la forma della curva. Il punto in alto a destra rappresenta le aree più luminose della foto. Trascinare tale punto verticalmente verso il basso per rendere le luci meno luminose; spostalo orizzontalmente a sinistra per rendere le aree luminose più brillanti, forse a rischio della sovraesposizione delle alte luci. Il punto in basso a sinistra rappresenta le aree più scurea della foto. Spostare quel punto orizzontalmente a destra per rendere la foto più scura, forse a costo di qualche sottoesposizione. Spostarla verticalmente in modo da rendere più chiari gli scuri.
  • Parametric: Consente di utilizzare cursori piuttosto che trascinare direttamente la curva. Per il tipo di curva parametrica, facendo clic sul pulsante destro del mouse sopra il selettore di zona (Parametric curve bar.png) ripristina la posizione delle maniglie ai valori predefiniti. (Si ripristinerà anche il pulsante di ripristino globale.)
  • Gabbia di controllo: A prima vista questo tipo di curva assomiglia molto alla curva personalizzata, ma ci sono grosse differenze. Con la curva personalizzata, la curva tocca tutti i punti di controllo. Questo non è il caso della curva a gabbia di controllo - i punti di controllo attirano la curva verso di loro ma la curva non riesce effettivamente ad oltrepassarli. Un'altra differenza è che la gabbia di controllo consente una sezione retta della curva, mentre non è possibile farlo con la curva personalizzata. La curva a gabbia necessita di almeno tre punti per questo (quindi cinque in totale). Tenendo premuto il tasto Maiusc mentre si trascina un punto, aiuterà a creare facilmente una linea retta tracciando il punto sulla linea fatta dal punto precedente e successivo (visualizzato in rosso dallo strumento "snap to"). Molti utenti preferiscono le curve a Gabbia di Controllo alle altre.

La curva piatta

Il colore dell'ingresso verde (linea verticale) è stato modificato in colore di uscita blu (linea orizzontale)

Un certo numero di strumenti in RawTherapee utilizza la curva piatta :

È molto semplice da usare una volta che lo si capisce, come esempio, quindi, utilizziamolo HSV Equalizer nella scheda Colore File:Colour.png. Facciamo clic sull'icona del menù a discesa Drop-down.png accanto al pulsante H(ue) e scegliamo "Minima/Maxima control points" File:CurveType-controlPoints.png . Appariranno sei punti sulla linea orizzontale al centro e sei linee verticali che attraversano questi puntini. Si noti che queste righe sono colorate; da sinistra a destra: rosso, giallo, verde, acqua, blu e magenta. Ora fatto clic sul primo punto rosso (il cursore cambia in una piccola mano) lo si sposta leggermente verso l'alto e verso il basso. Risultato: i colori rossi cambiano rapidamente a verde, azzurro e magenta quando il cursore viene spostato verso l'alto e verso il rosa, il blu e il verde quando si è spostato verso il basso.

Notare che una nuova linea orizzontale viene visualizzata quando si trascina un punto di colore e viene visualizzata la modifica del colore. L'asse verticale rappresenta i colori di input mentre l'asse orizzontale i colori di uscita.

Quando si fa clic e si trascina una linea verticale (la linea, non il punto!), il primo movimento determinerà il tipo di movimento: verticale o orizzontale (quindi fai attenzione a questo primo movimento se vuoi avere un risultato prevedibile). Se si desidera spostare il punto in entrambe le direzioni contemporaneamente, fai clic e trascina il punto stesso. Per spostare il punto solo in una direzione (solo orizzontalmente o solo in verticale) è possibile utilizzare la funzione 'snap to' tenendo premuto il tasto Maiusc durante lo spostamento del punto.

un punto neutro è verde, un punto modificato è nero.

È facile vedere se un punto è sul suo valore neutro (cioè sulla linea centrale) perché il colore del punto sarà verde. Non appena sposta un punto dal suo valore neutro, cambia colore in nero.

Il HSV Equalizer si avvolge sull'asse orizzontale, quindi la linea verticale destra è uguale alla linea sinistro. È possibile vedere questo trascinando la linea rossa sul lato sinistro un pò a sinistra. Ora il punto sinistro del grafico è nella stessa posizione del punto giusto. Tenendo premuto il tasto Shift mentre trascinate un punto, non fa modificare lungo l'asse orizzontale, utile per prevenire salti accidentali di curva in luoghi difficili come ai bordi.

È possibile eliminare i punti trascinandoli dal campo dell'editor. È possibile aggiungere punti facendo clic su un punto della curva. Quando si posiziona il mouse su uno dei punti, viene visualizzato un indicatore giallo e blu. Posiziona il mouse su quello giallo e il cursore cambia in una freccia sinistra. Ora puoi trascinare questo punto a sinistra per modificare la pendenza della curva. Allo stesso modo ma al contrario per l'indicatore blu.

Per avere un'idea di come funziona questo editor, elimina tutti i colori lasciandone solo due (ad esempio rosso e giallo) e sposte il grafico in giro, modifica la pendenza e osserva cosa succede alla foto.

E' possibile ripristina la curva Hue a "Lineare" (nessuna modifica) facendo clic sull'icona di reset Gtk-undo-ltr.png accanto al pulsante Valore. Per confrontare gli effetti della curva "Hue" con lineare: passare tra " Lineare" e "Minima/Maxima punti di controllo" nel menu a discesa accanto a questo pulsante oppure utilizzare l'elenco di cronologia sul lato sinistro dello schermo.

È possibile salvare una curva per un utilizzo successivo facendo clic sul pulsante del disco. Si noti che solo la curva H, S o V effettiva (visualizzata) viene salvata, non tutte e tre in una volta, quindi non date alla curva un nome come my_hsv perché non le descrive tutte ma solo la curva H, S o V visualizzat, quindi forniamo ai file un nem più corretto quale my_hue, my_sat e my_val. L'estensione verrà aggiunta automaticamente, ".rtc".

L'area di anteprima

L'anteprima è progettata per mostrarvi il risultato più realistico possibile, tuttavia bisogna tenere presente che più un'immagine è più grande, più occorre per elaborarla. Per motivi di velocità, l'anteprima degli effetti della maggior parte degli strumenti non viene calcolata sull'immagine di dimensioni complete (che richiederebbe lo stesso tempo del salvataggio dell'immagine, rendendo impossibile utilizzare cursori e curve), ma sull'immagine di anteprima di dimensioni della tua area di anteprima. Molti strumenti, ad esempio lo strumento Esposizione, possono essere applicati ad un'immagine di qualsiasi dimensione e i loro effetti saranno identici indipendentemente dalla dimensione dell'immagine su cui vengono applicati. Tuttavia, alcuni strumenti dipendono dalla dimensione, ad esempio tutti gli strumenti della scheda Dettagli, il che significa che se applicate uno di questi strumenti ad un'immagine di dimensioni complete e ad una versione più piccola e riduce l'immagine piena alla dimensione dell'immagine più piccola, le due immagini non corrispondono. Per motivi di velocità, RawTherapee deve utilizzare la piccola immagine di anteprima in modo che l'esperienza di modifica degli strumenti possa essere veloce e fluida, ma ciò significa che gli effetti degli strumenti dipendenti dalla dimensione non sarebbero esatti quando vengono applicati ad una piccola anteprima zoomata. Abbiamo deciso di disattivare completamente gli effetti di anteprima di questi strumenti a livelli di zoom inferiori al 100% o mantenere gli effetti di anteprima attivi ma avvisarvi che ciò che vedete a livelli di zoom inferiore al 100% può essere impreciso a seconda delle impostazioni degli strumenti (ad esempio Mappa dei Toni e Wavelet possono essere precisi a livelli di zoom inferiori al 100% oppure possono essere imprecisi, a seconda delle impostazioni. Saprai quali strumenti sono questi perché sono contrassegnati da un'icona "1:1" icona zoom 100 dell'identificatore. accanto ai loro nomi. RawPedia spiega quanto preciso l'anteprima sia per tutti gli strumenti interessati nella pagina di ciascun strumento.